Il contratto di apprendistato professionalizzante

Rappresenta il miglior strumento di inserimento di un collaboratore in azienda, anche a tempo parziale.

Grazie alla riduzione di lunga durata, sia dell'onere contributivo che della retribuzione, consente alle aziende di assumere e formare giovani under 30, anche in caso di problemi di regolarità contributiva, avvantaggiandosi di un fortissimo risparmio, senza troppi vincoli.

Nessuna penalizzazione per il lavoratore dal punto di vista assicurativo, che al termine del periodo formativo acquisirà la qualifica professionale stabilita.

Inoltre è possibile instaurare rapporti di apprendistato, anche con soggetti over 30, se percettori di disoccupazione al momento dell'assunzione.

Fino a 36 mesi di sconto + 12 mesi premio stabilizzazione per tutte le aziende.

La durata e le modalità di erogazione varia a seconda del tipo di qualificazione professionale ai fini contrattuali da conseguire ed è stabilita dai contratti collettivi.

 

Il piano formativo individuale è un documento essenziale in materia di apprendistato dove andranno indicati, alla luce degli obiettivi che si vuole conseguire, il percorso formativo e la ripartizione dell'impegno tra formazione interna ed esterna.

Il Piano Formativo Individuale (P.F.I.) deve essere consegnato all'apprendista e, se previsto dalla contrattazione collettiva, inviato agli Enti Bilaterali.

Il datore di lavoro elabora il Piano Formativo Individuale, anche sulla base dei contenuti stabiliti dalla contrattazione collettiva o dagli Enti Bilaterali, in base ai profili professionali richiesti.

 

Ti può interessare anche

News dello studio

mar13

13/03/2020

Dietrofront del Ministero: posticipato l'accesso ai servizi tramite SPID

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in atto (da COVID-19), rassicura gli utenti sulla possibilità di continuare a utilizzare

mar6

06/03/2020

Ritenute fiscali negli appalti: approvato il certificato di sussistenza dei requisiti

  L'Agenzia delle Entrate ha approvato lo schema di certificazione di sussistenza dei requisiti previsti del D.Lgs n.241/1994 che consentono la non applicazione degli adempimenti in materia di

feb13

13/02/2020

Nuove norme in materia di ritenute negli appalti over 200mila euro. Arriva la circolare con i primi chiarimenti

Pubblicati i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle nuove norme in materia di ritenute negli appalti superiori a 200mila euro introdotte dal Decreto fiscale 2019 (Dl n. 124/2019). La circolare

News

apr4

04/04/2020

Dimissioni rese entro un anno dal matrimonio: modulo INL da trasmettere via mail

Può essere trasmesso tramite posta elettronica

apr4

04/04/2020

Coronavirus, ripartenza 16 maggio: spostare tutti i versamenti al 30 settembre

Nell’ambito dell’emergenza da Coronavirus,