Il contratto di apprendistato professionalizzante

Rappresenta il miglior strumento di inserimento di un collaboratore in azienda, anche a tempo parziale.

Grazie alla riduzione di lunga durata, sia dell'onere contributivo che della retribuzione, consente alle aziende di assumere e formare giovani under 30, anche in caso di problemi di regolarità contributiva, avvantaggiandosi di un fortissimo risparmio, senza troppi vincoli.

Nessuna penalizzazione per il lavoratore dal punto di vista assicurativo, che al termine del periodo formativo acquisirà la qualifica professionale stabilita.

Inoltre è possibile instaurare rapporti di apprendistato, anche con soggetti over 30, se percettori di disoccupazione al momento dell'assunzione.

Fino a 36 mesi di sconto + 12 mesi premio stabilizzazione per tutte le aziende.

La durata e le modalità di erogazione varia a seconda del tipo di qualificazione professionale ai fini contrattuali da conseguire ed è stabilita dai contratti collettivi.

 

Il piano formativo individuale è un documento essenziale in materia di apprendistato dove andranno indicati, alla luce degli obiettivi che si vuole conseguire, il percorso formativo e la ripartizione dell'impegno tra formazione interna ed esterna.

Il Piano Formativo Individuale (P.F.I.) deve essere consegnato all'apprendista e, se previsto dalla contrattazione collettiva, inviato agli Enti Bilaterali.

Il datore di lavoro elabora il Piano Formativo Individuale, anche sulla base dei contenuti stabiliti dalla contrattazione collettiva o dagli Enti Bilaterali, in base ai profili professionali richiesti.

 

Ti può interessare anche

News dello studio

gen15

15/01/2020

Autoliquidazioni INAIL 2019/2020: riduzioni contributive e scadenze

Con L'istruzione operativa del 13 Gennaio 2020, L'Inail ha fornito indicazioni relative all'autoliquidazione 2019/2020, con particolare riferimento alle riduzioni contributive e ha riepilogato scadenze

dic23

23/12/2019

Comunicazione chiusura natalizia

Per le festività natalizie lo studio resterà chiuso dal 24 al 31 Dicembre. Per comunicazioni potrete ricevere assistenza inviando una richiesta di contatto a info@studiomarciano.it Da

dic9

09/12/2019

Omessa informazione a dipendente in nero-parola all'ispettore del lavoro

La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con sentenza n. 41600/2019, confermando il giudizio già espresso dal giudice di merito, ha condannato il datore di lavoro ex art. 36, comma

News