Calcolo e Versamento dei contributi dovuti

Calcolo e Versamento dei contributi dovuti

In via generale chiunque svolga una attività retribuita è tenuto per legge alla costituzione di una posizione previdenziale. Nel caso del lavoro subordinato tale obbligo ricade per gran parte sul datore di lavoro, tenuto al versamento dei contributi, calcolati in percentuale sulla retribuzione mensile lorda erogata ai lavoratori. La percentuale di contribuzione varia in base al settore in cui opera l'azienda ed è il risultato della somma di varie percentuali di contribuzione aventi fini diversi.

La contribuzione dovuta, che equivale a circa il 40% della retribuzione lorda, di cui meno del 10% a carico del lavoratore subordinato, deve essere versata con il modello di pagamento unificato F24, tramite internet-banking o delega al professionista, entro il 16 del mese successivo a quello cui si riferiscono le retribuzioni, indipendentemente dalla data di pagamento delle stesse. Vale a dire seguendo il "criterio di compentenza".

Infine è previsto l'obbligo d'invio mensile di tutti gli elementi della busta paga di ogni singolo lavoratore, utili al controllo del corretto calcolo della contribuzione dovuta. Tale adempimento è assolto in genere dal Consulente del Lavoro delegato e ha la molteplice funzione di permettere all'ente previdenziale il controllo in tempo reale dei crediti da riscuotere, verificare il diritto alle prestazioni richieste dai lavoratori, aggiornare automaticamente le posizioni previdenziali e ogni altro archivio correlato.

 

News dello studio

mar13

13/03/2020

Dietrofront del Ministero: posticipato l'accesso ai servizi tramite SPID

  Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in atto (da COVID-19), rassicura gli utenti sulla possibilità di continuare a utilizzare

mar6

06/03/2020

Ritenute fiscali negli appalti: approvato il certificato di sussistenza dei requisiti

  L'Agenzia delle Entrate ha approvato lo schema di certificazione di sussistenza dei requisiti previsti del D.Lgs n.241/1994 che consentono la non applicazione degli adempimenti in materia di

feb13

13/02/2020

Nuove norme in materia di ritenute negli appalti over 200mila euro. Arriva la circolare con i primi chiarimenti

Pubblicati i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle nuove norme in materia di ritenute negli appalti superiori a 200mila euro introdotte dal Decreto fiscale 2019 (Dl n. 124/2019). La circolare

News

mag12

12/05/2021

REDEST 2021: campagna aperta dall'11 maggio 2021

Con il messaggio n. 1900 del 2021, l’INPS

mag12

12/05/2021

Partite IVA e professionisti: esonero contributivo 2021 a rischio rimborso?

Per il 2021 è riconosciuto l’esonero parziale

mag11

11/05/2021

Smart working e controlli a distanza del lavoratore: linee guida condivise tra INL e Garante privacy

Rilascio delle autorizzazioni per l’installazione