La Quantificazione Trasparente delle spettanze

Rapporto trasparente = Contenzioso inesistente

In un rapporto sereno conta molto il rispetto reciproco ma ancora più importante è il rispetto costante degli accordi presi. Questi fattori fondamentali hanno bisogno di essere comunicati in maniera forte, decisa, trasparente. Una rendicontazione attenta e chiara delle spettanze garantisce il datore di lavoro da recriminazioni a posteriori e infonde fiducia nel lavoratore.

Ciò poichè, se, per un verso, è facile che si instauri un buon rapporto personale tra le parti, in genere basta veramente poco per metterlo in crisi, soprattutto quando si parla di soldi.
E così, succede che ci si dimentichi di compensare qualche ritardo, di retribuire un'ora di straordinario, o di conteggiare una seppur piccola variazione di orario. Spesso poi c'è una diversa valutazione del lavoro tra le parti, che è fonte di incomprensioni, sospetti, delusione.

Infatti è frequente che ci siano divergenze su un accordo stipulato verbalmente e mai trascritto, che col passare del tempo può generare pretese varie. Il passo è fin troppo facile affinché una questione di principio si trasformi in un contenzioso, specie quando il rapporto sta per concludersi. E' in questa fase che spesso il datore di lavoro si pente di non aver ratificato una variazione contrattuale, e, più in generale, di aver sottovalutato  l'aspetto della gestione formale del rapporto.

Il consulente del lavoro può facilmente agevolare la comunicazione tra le parti, fungendo da mediatore e chiarendo ogni aspetto legale della questione, in maniera da ridurre le incomprensioni ed allentare inutili  tensioni tra le parti.

 

News dello studio

mar13

13/03/2020

Dietrofront del Ministero: posticipato l'accesso ai servizi tramite SPID

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in atto (da COVID-19), rassicura gli utenti sulla possibilità di continuare a utilizzare

mar6

06/03/2020

Ritenute fiscali negli appalti: approvato il certificato di sussistenza dei requisiti

  L'Agenzia delle Entrate ha approvato lo schema di certificazione di sussistenza dei requisiti previsti del D.Lgs n.241/1994 che consentono la non applicazione degli adempimenti in materia di

feb13

13/02/2020

Nuove norme in materia di ritenute negli appalti over 200mila euro. Arriva la circolare con i primi chiarimenti

Pubblicati i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle nuove norme in materia di ritenute negli appalti superiori a 200mila euro introdotte dal Decreto fiscale 2019 (Dl n. 124/2019). La circolare

News

giu3

03/06/2020

Ordinanza-ingiunzione: modalità di svolgimento audizione da remoto

Nella nota n. 152 del 2020, l’Ispettorato

giu3

03/06/2020

I Decreti sull'emergenza Coronavirus: tutte le novità nel documento dei Commercialisti

Il documento di ricerca “Le novità fiscali

giu3

03/06/2020

Servizi digitali: avviata la consultazione pubblica sulla normativa

La Commissione europea ha avviato una

giu3

03/06/2020

Decreto Rilancio: maggiore flessibilità al mercato dei certificati bianchi

Nuovi interventi a sostegno del meccanismo