Bonus Sud: 24 milioni ancora disponibili

  

Dei 320 milioni di euro complessivamente stanziati per il Bonus Sud sono ancora disponibili 24 milioni di euro destinati alle assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 30 aprile 2019. È quanto annunciato dalla Direzione Generale Inps nel corso del tavolo tecnico con il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro che si è tenuto lo scorso 30 ottobre. L’Istituto ha comunicato che dei 120 milioni stanziati per le assunzioni effettuate dal 1° maggio e fino al 31 dicembre 2019 non residuano più risorse, mentre dei restanti 200 milioni, relativi alle assunzioni effettuate dal 1° gennaio al 30 aprile 2019, residuano ancora 24 milioni. Il Consiglio Nazionale dell’Ordine nel corso della riunione tecnica ha provveduto a sollecitare l’ANPAL a stornare il predetto importo residuo per finanziare le assunzioni effettuate dal 1° maggio 2019.

Il CNO ha provveduto a segnalare, inoltre, l’incresciosa situazione relativa ad alcune istanze non accettate per problemi relativi alla dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro, non risultante sul nodo ANPAL. L’Agenzia ha precisato che il problema è verosimilmente legato al fatto che le Regioni interessate non sono riuscite a conferire all’Agenzia medesima la DID dei lavoratori in questione. Ad ogni modo, è stato assicurato da parte dell’ANPAL un costante monitoraggio al fine di assicurare una veloce risoluzione delle problematiche riscontrate. Nel documento redatto dal Consiglio Nazionale dell'Ordine a seguito del tavolo tecnico si precisa che le istanze di Bonus Sud non accettate dall’Inps per tali problematiche, in realtà, non sono da intendersi respinte. Le stesse sono, infatti, tecnicamente valide, hanno già ottenuto il relativo stanziamento dei fondi e non hanno una scadenza. Il sistema interrogherà periodicamente l’ANPAL e, non appena intercetterà la DID, comunicherà l’esito positivo all’intermediario/azienda. L'invito ai Consulenti del Lavoro è dunque quello di non reiterare le istanze già presentate poiché in tal modo si rischierebbe di compromettere la priorità già acquisita.

 

 

News dello studio

dic9

09/12/2019

Omessa informazione a dipendente in nero – le dichiarazioni dell’ispettore del lavoro

La terza sezione penale della Corte di Cassazione, con sentenza n. 41600/2019, confermando il giudizio già espresso dal giudice di merito, ha condannato il datore di lavoro ex art. 36, comma

nov12

12/11/2019

Pericolo virus in mail Pec dei Consulenti del Lavoro

Da alcuni giorni sono in corso tentativi di frode informatica perpetrati mediante false comunicazioni. Si tratta di messaggi che vengono inviati agli indirizzi di posta elettronica certificata tramite

nov11

11/11/2019

Giovani, formazione e lavoro: gli eventi INPS di novembre a Palermo

Incontrare i giovani e coinvolgerli sui temi del lavoro e del welfare, attraverso l’esperienza di attività didattiche interattive. Questo l’obiettivo dell’INPS, che a novembre

News