Salute e sicurezza nei condomini

 

L'amministratore condominiale riveste la qualifica di Datore di lavoro e ha il dovere di rispettare le norme in materia di Salute e Sicurezza sul lavoro.

Il mancato rispetto di queste norme comporta sanzioni di tipo pecuniario e penale.

 

Cosa rende un condominio a Norma e dunque Sicuro?

  1. Provvedere all'elaborazione dei documenti, organizzare la formazione e le visite mediche, acquistare i DPI;

  2. Dotarsi di sistemi antincendio e del kit di Primo soccorso;

  3. Formazione dei condomini all'utilizzo del defibrillatore;

  4. Installare le Linee Vita;

  5. Adeguarsi alla normativa della privacy;

  6. Effettuare verifiche di Messa a terra e degli impianti;

  7. Rimuovere parti in amianto;

 

Salute e sicurezza

Il “Testo unico sulla sicurezza” regolamenta ogni luogo in cui si svolgono attività lavorative, indicando le procedure per la prevenzione di incidenti, le norme per l'igiene, i documenti che garantiscono la corretta valutazione dei rischi e le misure di prevenzione.

 I condomini con portiere vengono definiti come luoghi di lavoro e sono sottoposti ai seguenti obblighi:

  • Redazione del Documento di Valutazione Rischi;

  • Redazione del Documento unico Valutazione rischi interferenziali;

  • Nomina del medico del lavoro;

  • Nomina del responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP);

  • Formazione dei dipendenti;

 Nei condomini senza portiere ma con ditte appaltatrici si suggerisce di redigere il documento di valutazione di rischi da interferenze tra le attività e di rischi specifici.

 

Privacy

Gli adempimenti minimi per gli amministratori di condomini in materia di privacy sono i seguenti:

  • Redazione e pubblicazione dell'informativa sul trattamento dei dati personali dei clienti: è possibile semplificare la procedura con pubblicazione dell'informativa su pagina web e riportare l'indirizzo della pagina stessa su fatture, comunicazioni ai condomini ecc.

  • Predisposizione dell'informativa sul trattamento dei dati personali sensibili e giudiziari dei clienti.

 

Linee Vita

Nei lavori in quota qualora non siano state attuate misure di protezione collettiva i lavoratori devono utilizzare sistemi idonei di protezione come le Linee Vita.

Queste devono permettere una caduta libera non superiore a 1,5m o in presenza di dissipatore di energia a 4m. Il cordino deve essere assicurato direttamente o tramite connettore alla linea vita. Nei lavori su pali il lavoratore deve essere munito di ramponi e dispositivo anticaduta.

 

Prevenzione incendi

Le attività che normalmente riguardano i condomini, e sono soggette a CPI, sono quelle contemplate dall'allegato I del DPR 151 dell'1,8,2011

 

Verifica messa a terra

Tali verifiche quinquennali sono obbligatorie nel momento in cui il condominio è datore di lavoro. In assenza di lavoratori rimane l'obbligo di effettuare delle verifiche per controllare la corretta efficienza dei dispositivi di protezione.

 

Impianto elettrico

Il D.M. 37 del 22/01/2008 riguarda gli impianti posti al servizio degli edifici, indipendentemente dalla destinazione d'uso.

 

Ascensori

Regolamentati dalla norma per la progettazione e l'esercizio degli ascensori (DPR 162 del 30,4,1999)

 

Amianto

In riferimento alla Legge 257 del 27,3,1992 che fermò qualsiasi diffusione di prodotti contenenti amianto sul territorio nazionale ma non vietò l'utilizzo dei materiali in opera, i quali devono essere protetti, decontaminanti smaltiti.

 

News dello studio

mar13

13/03/2020

Dietrofront del Ministero: posticipato l'accesso ai servizi tramite SPID

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, alla luce dell’attuale emergenza sanitaria in atto (da COVID-19), rassicura gli utenti sulla possibilità di continuare a utilizzare

mar6

06/03/2020

Ritenute fiscali negli appalti: approvato il certificato di sussistenza dei requisiti

  L'Agenzia delle Entrate ha approvato lo schema di certificazione di sussistenza dei requisiti previsti del D.Lgs n.241/1994 che consentono la non applicazione degli adempimenti in materia di

feb13

13/02/2020

Nuove norme in materia di ritenute negli appalti over 200mila euro. Arriva la circolare con i primi chiarimenti

Pubblicati i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sulle nuove norme in materia di ritenute negli appalti superiori a 200mila euro introdotte dal Decreto fiscale 2019 (Dl n. 124/2019). La circolare

News

giu3

03/06/2020

Ordinanza-ingiunzione: modalità di svolgimento audizione da remoto

Nella nota n. 152 del 2020, l’Ispettorato

giu3

03/06/2020

I Decreti sull'emergenza Coronavirus: tutte le novità nel documento dei Commercialisti

Il documento di ricerca “Le novità fiscali

giu3

03/06/2020

Servizi digitali: avviata la consultazione pubblica sulla normativa

La Commissione europea ha avviato una

giu3

03/06/2020

Decreto Rilancio: maggiore flessibilità al mercato dei certificati bianchi

Nuovi interventi a sostegno del meccanismo